Novità Legge di Bilancio 2018

– Incentivi alle assunzioni a tempo indeterminato

  • per gli under 35 al primo contratto di lavoro a tempo indeterminato lo sgravio dei contributi Inps è del 100% per il primo anno e del 50% per il secondo e terzo anno di assunzione;

  • per gli over 35 non cambia nulla rispetto al 2017: se non si è stati assunti negli ultimi 6 mesi spetta lo sgravio dei contributi Inps fino a 8.000 € solo per il primo anno.

– Dal 1° luglio 2018 stop al pagamento in contanti degli stipendi

A prescindere dall’importo, il pagamento della busta paga dovrà avvenire solo tramite banca o ufficio postale come di seguito indicato:

  • bonifico su conto corrente con codice IBAN indicato dal lavoratore;

  • altri strumenti per i pagamenti elettronici;

  • pagamento in contanti direttamente in banca o alla posta, solo se il datore di lavoro ha aperto un c/c di tesoreria con mandato di pagamento;

tramite assegno bancario o circolare; questo potrà essere consegnato direttamente al lavoratore o a un suo delegato. Si potrà delegare solo in caso di effettivo e comprovato impedimento e solo al coniuge, al convivente o altro familiare o affine del lavoratore, comunque con età sopra i sedici anni.

– Proroga di super e iper ammortamento

– Innalzamento della soglia di reddito per i figli a carico, portando a 4.000 euro il limite per poter beneficiare delle detrazioni fiscali e agevolazioni.

– Studi di settore ancora per il 2017 e ISA rinviati, almeno per ora, al modello Redditi 2019 per il periodo d’imposta 2018

Rottamazione Ruoli Esattoriali

Come già comunicato, è possibile presentare (entro il 15.05.2018) istanza di definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dall’1.1 al 30.9.2017. Il pagamento delle somme dovute può essere effettuato in un massimo di 5 rate di pari importo alle seguenti scadenze:

2018
Scadenza rate: Luglio, Settembre, Ottobre, Novembre
Rata: 20% ciascuna

2019
Scadenza rata: Febbraio
Rata: 20%

Inoltre, è stata introdotta, la possibilità di definizione agevolata delle somme iscritte neicarichi affidati all’Agente della riscossione dal 2000 al 2016 per i quali non è stata in precedenza presentata la domanda di definizione. Il versamento delle somme va effettuato in 3 rate, come segue:

2018
Scadenza rate: ottobre, novembre
Rata 40% ciascuno

2019
Scadenza rate: febbraio
Rata 20%

L’istanza va presentata entro il 15.05.2018.

In entrambi i casi, a seguito della presentazione dell’istanza e fino alla scadenza della prima / unica rata delle somme dovute per la definizione:

  • è sospeso il pagamento dei versamenti rateali, scadenti in data successiva alla presentazione e relativi a precedenti dilazioni in essere a tale data;

  • sono sospesi i termini di prescrizione/decadenza per il recupero dei carichi oggetto dell’istanza;

  • l’Agente della riscossione, relativamente ai carichi / somme oggetto della richiesta di definizione agevolata, non può avviare nuove azioni esecutive, iscrivere nuovi fermi amministrativi/ipoteche, proseguire le azioni di recupero coattivo precedentemente avviate, sempreché non abbia avuto luogo il primo incanto con esito positivo ovvero non sia stata presentata istanza di assegnazione o emesso provvedimento di assegnazione dei crediti pignorati.

Promemoria Consegna Documenti

Vi ricordiamo di ultimare al più presto la consegna di tutta la documentazione contabile relativa all’anno 2017, a partire dalla documentazione IVA, onde procedere alle dovute registrazioni e agli adempimenti nei termini di legge.

Pratica OT24

L’INAIL ha pubblicato il nuovo modello OT24 per il 2018 che i datori di lavoro potranno utilizzare per ottenere la riduzione del tasso medio di tariffa INAIL. Tale riduzione è prevista per le imprese che adottino interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro rispetto alle misure minime previste dal D. Lgs. 81/2008.

Per approfondimenti si rinvia alla scheda di sintesi in allegato.

NEWS BANDI

È uscito l’Avviso “Giovani per il Sociale 2018”, del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha l’obiettivo di promuovere progetti del privato sociale diretti ai giovani, tra i 14 e 35 anni, nei territori delle Regioni meno sviluppate (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata) finalizzati all’inclusione sociale e alla crescita personale, favorendo occupabilità, inclusione, integrazione e politiche di innovazione sociale. Possono presentare istanza per il cofinanziamento, del 90% del costo complessivo del progetto – da un minimo di euro 100.000 fino a un massimo di euro 144.000 – enti e organizzazioni del privato sociale, singoli o Associati in ATS (Associazione Temporanea di Scopo) con altre realtà pubbliche e private, anche for profit. Il soggetto capofila, l’ente non profit, deve a sua volta avere un organo direttivo composto per la maggioranza di giovani tra i 18 e i 35 anni.

Le domande di partecipazione possono essere presentate a partire dal 15 gennaio 2018, tramite PEC, ed entro e non oltre le ore 18,00 del 15 febbraio 2018. Per approfondimenti si rinvia alla scheda di sintesi in allegato.